immagine di sfondo Segnalazioni [magazine] - Quotidianità da un Dipartimento di Salute Mentale Dipartimento di Salute Mentale di Trieste: www.triestesalutementale.it
Mappa del sito | Redazione | Contattaci | Credits || Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Settembre, 2009 13:58


Forum Salute Mentale (link al sito)

[ Percorso: Home » Sport, Benessere » Articolo ]

* Sport - Benessere: IL NUOVO CAMPO SONCINI

IL NUOVO CAMPO SONCINI

CAMPO SONCINI "INIZIA" LA SUA SECONDA VITA CELEBRATO DALLE AUTORITA' SPORTIVE E POLITICHE REGIONALI E TRIESTINE. LA FUORIC'ENTRO SULLA STRADA PER DIVENTARE UNA VERA E PROPRIA IMPRESA SOCIALE.

 

Il raggiungimento di un grande obiettivo, quello di aver messo la prima "pietra" per la costruzione di una vera e propria impresa sociale, che possa diventare strumento e opportunità, non solo ludica, a disposizione di tutti coloro che sono stati costretti a vivere momenti di difficoltà nella propria vita: tutto questo rappresenta il riqualificato campo di calcio di via Soncini 30, inaugurato questa mattina dalla Polisportiva Fuoric’entro.
Il campo, posto all’interno dell’area delle case popolari della Fondazione Caccia Burlo, è stato rimesso a nuovo dalla Polisportiva Fuoric’entro grazie anche ai contributi di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Servizio attività ricreative e sportive e Fondazione CRTrieste. All’Associazione è affidato ora il compito di gestione della struttura.

Presenti all’inaugurazione molte autorità locali e un folto pubblico. Tra loro Gianpiero Prelazzi, Presidente della Polisportiva Fuoric'entro, Lori Petronio Sampietro, Presidente Fondazione Caccia Burlo, Franco Rotelli, Direttore Generale A.S.S. n. 1 Triestina, Giuseppe dell'Acqua, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste, Renzo Piccini, Vicepresidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione CRTrieste, Vladimir Kosic, Assessore alla salute e protezione sociale della Regione FVG, Mauro Tommasini, Assessore allo sport della Provincia di Trieste, Marina Guglielmi, Assessore alle politiche sociali, il Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza e l’Assessore comunale alla promozione e protezione sociale Carlo Grilli.

Gli interventi diretti sul campo di calcio si sono concentrati sul rifacimento del manto erboso, oggi in erba sintetica e sulla riqualificazione di tutto l’impianto di illuminazione. Sono stati ristrutturati anche gli spogliatoi annessi al campo. L’intervento ha permesso di ricavare due grandi spogliatoi con annesse docce e servizi igienici, oltre ai servizi a norma per portatori di handicap.
Importante sottolineare inoltre che tutta l’opera si è concentrata sull’abbattimento delle barriere architettoniche, in linea con la filosofia dell’accessibilità a 360° cara alla Fuoric’entro.

Una struttura, dunque, funzionale e completa che viene messa a disposizione dei soci della Polisportiva Fuoric’entro che, con una piccolissima quota annuale, possono partecipare a tutte le attività che l’Associazione propone. Ma, non solo. Il campo sarà messo a disposizione per il noleggio a privati e associazioni: “Mettere sul mercato l'impianto sportivo ha come obiettivo principale quello di svincolarci da dipendenze economiche troppo spesso instabili e discontinue, ma anche sbloccare alcuni posti di lavoro per chi ne ha realmente bisogno” – afferma Gianpiero Prelazzi, Presidente della Polisportiva. In questo senso, la concretizzazione di tali ambiziosi obiettivi rappresenterebbe un successo di portata storica per la Fuoricn’entro, dal momento che la guarigione da un percorso di sofferenza avviene sì quando l'individuo trova una realizzazione in termini di socializzazione, ma anche attraverso un percorso lavorativo gratificante capace di garantire al soggetto un'indipendenza economica.

La Polisportiva Fuoric’entro è un’associazione di volontariato nata nel 1999 con il supporto del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste e rappresenta oggi una realtà di avanguardia nel mondo della psichiatria e del sociale in genere. Conosciuta in ambito cittadino, ma anche nazionale ed internazionale, l'associazione negli anni ha visto mutare radicalmente fisionomia ed obiettivi, aprendosi sempre più alle esigenze del territorio, crescendo ed evolvendosi. Oltre alla pratica sportiva, che non si limita al calcio, ma che propone anche pallavolo, basket, corsi di yoga e ginnastica, vela, arti marziali, tennis e break dance, Fuoric’entro vuole rafforzare i rapporti tra le associazioni operanti nel settore dello sport e dell’integrazione sociale, favorendo uno scambio sempre più concreto di idee e sensibilità. Una polisportiva sociale, dunque, che attraverso la sua azione sul territorio favorisca l’integrazione, la promozione della salute e il superamento delle barriere.

Allo stato attuale Fuoric’entro conta più di 400 tesserati e un’ampia varietà di situazioni d’incontro e condivisione delle esperienze più disparate. Con la Polisportiva collaborano ormai stabilmente, tra gli altri: il Dipartimento delle Dipendenze dell’ ASS n° 1 triestina; la Comunità di San Martino al Campo; l’Unione Italiana Sport per Tutti (UISP); il Consorzio Italiano della Solidarietà (ICS); il Villaggio del Fanciullo, istituzione che lavora per il recupero dei minori; l’Associazione Nazionale Polisportive per l’Integrazione Sociale (ANPIS).

 

 

 

 

[articolo inserito il 19-10-2009]

* Vai a: [Ultimi articoli] || Archivi: [2005] | [2006] | [2007]

Segnalazioni [magazine] a cura del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste
via Weiss 5 - 34127 Trieste - tel. 040 3997350 - e-mail: dsm@ass1.sanita.fvg.it