immagine di sfondo Segnalazioni [magazine] - Quotidianità da un Dipartimento di Salute Mentale Dipartimento di Salute Mentale di Trieste: www.triestesalutementale.it
Mappa del sito | Redazione | Contattaci | Credits || Ultimo aggiornamento: Lunedì 24 Agosto, 2009 13:02


Forum Salute Mentale (link al sito)

[ Percorso: Home » Formazione » Articolo ]

* Formazione:

Carico familiare e disturbo mentale
Informazioni, organizzazioni, reti, aiuto reciproco

La legislazione per l’assistenza psichiatrica in Italia (legge 883/1978) dichiarando conclusa l’esperienza manicomiale, ha promosso l’organizzazione dei Servizi territoriali per la salute mentale ha sancito il diritto alla cura e di cittadinanza per le persone affette da disturbo mentale.

Entrano in scena in tal modo come nuovi soggetti nel lavoro terapeutico le famiglie, i genitori, i cittadini e le stesse persone che vivono l’esperienza del disturbo mentale.
Questo nuovo carico di responsabilità, per le famiglie in particolare, se vissuto nella solitudine e nell’isolamento rischia di divenire una fatica intollerabile, di tradursi in reazioni negative, di rifiuto dei programmi dei servizi e del partente affetto da disturbo mentale, di perdita, alla fine, di qualsiasi speranza.
Il Dipartimento di Salute Mentale promuove dal 1987 un programma di iniziative per costruire opportunità di informazione, di partecipazione al lavoro dei Servizi, di crescita delle conoscenze tra i familiari e costruzione di programmi concreti di aiuto reciproco.
Il lavoro terapeutico riabilitativo dei Servizi territoriali non può prescindere dal coinvolgimento attivo ed orientato delle famiglie ed è pertanto necessario approntare strumenti informativi, educativi e di partecipazione adeguati.

L’importanza della partecipazione delle famiglie nel lavoro della psichiatria territoriale è ormai ampiamente documentata. Il decorso e l’esito dei disturbi mentali gravi viene ampiamente modificato in positivo quando la famiglia è partecipe, quando il grado di accordo tra pazienti, familiari e Servizi è soddisfacente, quando gli obiettivi sono condivisi. E’ significativo tra l’altro sottolineare quanto questo tipo di lavoro agisca nel modificare l’attività globale e l’organizzazione dei Servizi.

L’intervento indirizzato alle famiglie nasce dalla necessità di affrontare, attraverso momenti strutturati, i problemi emozionali e di gestione che i familiari di persone affette da disturbi mentali, soprattutto i genitori, devono quotidianamente vivere, e si aggiunge ai normali percorsi di trattamento sulle singole persone e famiglie attivate dal C.S.M. di appartenenza e ai programmi di formazione degli utenti.

Gli incontri tra i familiari e tra questi e gli operatori hanno lo scopo di sviluppare reciproca conoscenza, confronto e discussione per favorire approfondimento, partecipazione e tentare di produrre utili cambiamenti.

Gli incontri intendono migliorare la conoscenza intorno al disturbo mentale ma anche favorire il confronto sulle credenze, sull’immaginario, su quanto di irrazionale è talvolta connesso all’esperienza del disturbo mentale.

Il programma cerca in tal modo di fornire ai genitori la possibilità di uscire dal tunnel del “senso di colpa ed evitare alle famiglie più in generale la condanna al ruolo di “capro-espiatorio”.

IL PROGRAMMA

Gli incontri tematici si svolgeranno come da programma i mercoledì indicati dalle ore 17 alle 18.30, presso la Direzione del Dipartimento di Salute Mentale (via Weiss, 5 - Comprensorio di San Giovanni, padiglione con il cavallo di ferro).

Se ci saranno variazioni nelle date si verrà informati telefonicamente con 2 o 3 giorni di anticipo.

1 – Mercoledì 7 ottobre 2009
Presentazione del corso. A che cosa serve un programma di informazione per i familiari.

2 – Mercoledì 14 ottobre 2009
Il disturbo mentale. Un modello per spiegare.

3 - Mercoledì 21 ottobre 2009
Il Disturbo Schizofrenico

4 – Mercoledì 28 ottobre 2009
La crisi. Comprendere la crisi. Crisi e trasformazione. Prevenire le ricadute. Come aiutarsi e come farsi aiutare.

5 – Mercoledì 4 novembre 2009
Famiglia e disturbi mentali gravi. Relazioni e stili comunicativi.

6 - Mercoledì 11 novembre 2009
Sopravvivere alla “malattia”. Riprendersi, guarire.

7- Mercoledì 18 novembre 2009
Gli psicofarmaci. Che cosa sono, come si usano, cosa aspettarsi, quali danni producono.

8- Mercoledì 25 novembre 2009
Reti e servizi. Progetto terapeutico e tutela dei diritti dell’utente.

9 - Mercoledì 2 dicembre 2009
Abilitare, lavorare, socializzare.

10 – Mercoledì 9 dicembre 2009
Conclusione del corso. Protagonismo, partecipazione, associazionismo

 

Per informazioni:

DSM Segreteria: Michela Rondi 040 3997439 - 040 3997350

 

 

[articolo inserito il 24-08-2009]

* Vai a: [Ultimi articoli] || Altri archivi: [2005] | [2006] | [2007] | [2008]

Segnalazioni [magazine] a cura del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste
via Weiss 5 - 34127 Trieste - tel. 040 3997350 - e-mail: dsm@ass1.sanita.fvg.it